Sostituire gli ammortizzatori auto: 6 consigli prima dell’acquisto

Tempo di lettura: 3 minuti

Sostituire gli ammortizzatori auto è un intervento con il quale prima o poi dovrai fare i conti. All’aumentare dei chilometri percorsi si scaricheranno progressivamente fino a quando arriverà il momento di sostituirli.

In questo articolo troverai alcuni importanti consigli da seguire per l’acquisto degli ammortizzatori della tua auto. Per una scelta consapevole dovrai conoscere le risposte alle seguenti domande:

  1. ogni quanto controllarli?
  2. cosa controllare insieme agli ammortizzatori?
  3. quali ammortizzatori vanno sostituiti?
  4. come funziona la garanzia sugli ammortizzatori?
  5. meglio nuovi o rigenerati?
  6. quali marche scegliere per non sbagliare?

Se vuoi approfondire gli aspetti di base, ho scritto un articolo in cui ti spiego come sono fatti e come funzionano gli ammortizzatori.

Se invece vuoi una guida passo-passo per l’acquisto sul web delle migliori marche che ho selezionato per te, vai a questo articolo.

Iniziamo dal principio: ogni quanto tempo devi controllarli.

1. Ogni quanto controllare e sostituire gli ammortizzatori auto?

Nella vita degli ammortizzatori devi considerare questi termini per i controlli e la sostituzione:

  • mediamente ogni 20’000 km è necessario far ispezionare gli ammortizzatori  per assicurarsi che siano ancora efficienti
  • al superamento dei 60.000 km entrano in una fase critica dove iniziano ad essere molto  inefficienti
  • al raggiungimento degli 80.000 km circa vanno assolutamente sostituti in quanto risultano totalmente pericolosi, ossia come se fossero assenti.

sostituire gli ammortizzatori autoEesistono situazioni in cui sostituire gli ammortizzatori auto è un intervento da fare  prematuramente per cause diverse dalla normale usura.

Non è così infrequente che gli ammortizzatori possano:

  • gripparsi, ossia lo stelo si blocca in una posizione
  • scoppiare, lo stelo cromato si sporca di olio
  • diventare rumorosi a causa di aria che viene aspirata al loro interno.

In questo video vediamo passo-passo la sostituzione di un ammortizzatore anteriore di una Fiat Punto.

2. Cosa controllare insieme agli ammortizzatori?

Quando decidi di far controllare gli ammortizzatori della tua auto è consigliabile verificare anche lo stato di altri componenti tra cui:

  • supporti degli ammortizzatori se collassati, danneggiati (come accade sovente nella Citroen C2, C3) o rumorosi, vanno sostituiti con supporti di alta qualità e specifici per la tua vettura
  • tamponi di finecorsa e soffietti para polvere, se risultano rovinati è necessario sostituirli al più presto. Il tampone evita che l’ammortizzatore arrivi a fine corsa danneggiandosi irreversibilmente e il soffietto evita che la polvere si accumuli sullo stelo cromato rovinando le tenute e facendo fuoriuscire l’olio dalla camera verso l’esterno. Se percorri troppi chilometri con gli ammortizzatori completamente scarichi, il tampone di finecorsa si usurerà velocemente. Un ulteriore nemico dei tamponi di finecorsa può essere il getto di acqua ad alta pressione utilizzato dal lavaggista.
  • le molle col passar del tempo perdono la loro elasticità collassando e facendo lavorare male l’ammortizzatore e la vettura intera. Le molle non vanno sostituire solo quando si spezza una spira infatti i principali produttori  raccomandano di sostituirle preventivamente ad ogni due cambi di ammortizzatori.

L’ammortizzatore è soltanto uno dei componenti della sospensione di un’auto. E per il regolare funzionamento della sospensione è indispensabile che tutti i componenti siano in ottimo stato.

Quando sostituisci gli ammortizzatori della tua auto fai controllare al tuo meccanico anche tutti gli altri elementi della sospensione, come:

  • bracci oscillanti
  • tiranti barra stabilizzatrice
  • gommini barra stabilizzatrice
  • tiranti assiali scatola sterzo
  • snodi scatola sterzo
  • silent block ponte posteriore

Ad esempio, se monti degli ammortizzatori di alta qualità, non cambiando i bracci oscillanti logori, l’auto  risulterà comunque inguidabile.
sostituire gli ammortizzatori auto

3. Quali ammortizzatori sostituire?

Gli ammortizzatori auto sono venduti singolarmente, anche se è consigliabile sostituirli tutti e quattro contemporaneamente (o almeno in coppia per lo stesso assale). Sostituendone solo uno o solo quelli di un assale, si innescano dei pericolosi trasferimenti di carico verso quello o quelli più scarichi, rendondo l’auto instabile: le ruote collegate agli ammortizzatori più scarichi tenderanno a staccarsi dal terreno, perché su di esse grava un peso minore.

Sostituire gli ammortizzatori auto può essere un intevento consigliato dai meccanici anche in fase di revisione del veicolo, quando risultano particolarmente usurati compromettendo la tenuta di strada all’auto.

Dopo aver sostituito gli ammortizzatori è consigliabile recarsi presso un gommista qualificato per una convergenza con un banco laser di ultima generazione.

4. La garanzia sugli ammortizzatori auto

Trattandosi di un ricambio soggetto ad usura non è possibile usufruire dei 2 anni previsti dal codice del consumo. In genere le case automobilistiche offrono su questo articolo una garanzia legata al chilometraggio: mediamente si tratta di 10.000 / 20.000 km.

I ricambisti indipendenti più seri e professionali possono offrire una garanzia commerciale superiore a quella legale. Informati prima di procedere con l’acquisto e chiedi un documento che specifica le condizioni per il riconoscimento della garanzia.

Conservate sempre la fattura di acquisto e la ricevuta di montaggio del meccanico.

5. Meglio ammortizzatori nuovi o rigenerati?

Ammortizzatori Auto Rigenerati

 

La crisi dell’ultimo decennio e la spietata concorrenza tra i produttori ha portato ad abbassare i prezzi di vendita di questo ricambio, per cui puoi trovarli nuovi ad ottimi prezzi evitando di affidardi come accadeva in passato al mercato del rigenerato.

6. Quale marca di ammortizzatori scegliere?

Per sostituire gli ammortizzatori auto ti consiglio 3 tra i migliori produttori, che forniscono ammortizzatori di primo equipaggiamento, e quindi di alta qualità, scelti dalle case automobilistiche.

Bilstein Logo Kayaba Logo Sachs Logo
 BILSTEIN Ammortizzatori Auto  KAYABA Ammortizzatori Auto  SACHS Ammortizzatori Auto
Auto: Tedesche, tutte Auto: Francesi, Giapponesi Auto: Tedesche, tutte
Qualità: **** Qualità: *** Qualità: ****
Prezzo: €€€ Prezzo: €€€€ Prezzo: €€€€
Confronta i prezzi su Ebay Confronta i prezzi su Ebay Confronta i prezzi su Amazon

Se hai trovato questo articolo di tuo gradimento, e pensi che possa essere in qualche modo utile, ti chiederei gentilmente di condividerlo.

Se sei in cerca di un ricambio per la tua auto e non sai qual è la marca che al meglio soddisfa le tue esigenze o quale venditore ti offre il prezzo più basso, lasciaci di seguito un commento.