Come scegliere gli ammortizzatori della Mercedes Classe A

Tempo di lettura: 4 minuti

“Quale marca di ammortizzatori posso scegliere per la mia Mercedes Classe A, buoni, ma non troppo costosi?”

E’ la domanda che tanti miei clienti mi hanno posto nel corso degli anni. E la mia risposta li ha un po’ spiazzati, perché ho sempre detto: “dipende”.

Immagino ti starai chiedendo: “Da cosa?”

Leggendo questo breve articolo scoprirai come scegliere i prossimi ammortizzatori per la tua Mercedes Classe A, scoprirai le marche con il miglior rapporto qualità/prezzo, ma anche quale ammortizzatore è più adatto alle tue esigenze, al tuo stile di guida, al tipo di percorsi che fai più di frequente.

Se ti interessa capire come sono fatti gli ammortizzatori, come funzionano e come scegliere delle buone marche, ho scritto tre articoli che penso potranno esserti utili.

Se invece hai una Classe A e vuoi sapere marche e prezzi e soprattutto quale ammortizzatore è più adatto al tuo caso specifico, continua a leggere, troverai una soluzione su misura per le tue esigenze.

Sei pronto? Iniziamo.

Che tipo di strade percorri maggiormente?

Gli ammortizzatori si caratterizzano in prima battuta per la loro rigidezza, sul mercato troverai marche che producono ammortizzatori tendenzialmente più rigidi e più morbidi. Quali sono le differenze tra questi ammortizzatori?

In genere gli ammortizzatori morbidi offrono un maggiore comfort di guida. I dossi e le irregolarità della strada sono assorbite dall’ammortizzatore e si trasmettono poco all’abitacolo. Ma ogni medaglia ha sempre due facce, e a fronte del maggior comfort, gli ammortizzatori più morbidi riducono un po’ la tenuta di strada.

Quando sono troppo “morbidi” praticamente sembrano già scarichi e la vettura è inguidabile.

All’opposto naturalmente gli ammortizzatori più rigidi, si tratta di ammortizzatori un po’ più scomodi nella guida in città, specialmente in caso di buche e irregolarità diffuse sull’asfalto, ma offrono un’ottima tenuta alle alte velocità su strade extraurbane o autostrade.

Adesso hai chiaro cosa intendevo con il mio “dipende”?

Immagino di si, ma ricapitoliamo.

  • Se usi la tua auto su percorsi urbani, magari in una delle tante città italiane piene di buche e asperità di vario genere, vorrai scegliere un ammortizzatore più morbido, che ti faccia avvertire meno le discontinuità della strada.
  • Se vai spesso in campagna o su strade sterrate, l’ideale è sempre un ammortizzatore morbido, ma con caratteristiche leggermente diverse di quello adatto per la città.
  • Se usi prevalentemente la tua Classe A su strade extraurbane, e quindi velocità un po’ più elevate, avrai bisogno di un ammortizzatore che ti garantisce la migliore tenuta di strada, sarà un po’ più rigido e dovrà prima di tutto assicurarti la stabilità in accelerazione/decelerazione e/o in rettilineo/curva.

Di cosa altro hai bisogno per comprare l’ammortizzatore giusto?

Per comprare gli ammortizzatori corretti su internet, dovrai sapere come scegliere quelli compatibili con la tua auto, ti posso aiutare anche in questo.

Ti consiglio di prendere il libretto di circolazione della tua auto e trovare i due campi cerchiati nell’immagine:

  • D.2: che riporta il codice di progetto della tua Classe A
  • P.1: che indica la cilindrata del motore

I codici di progetto della Classe A che abbiamo preso in esame in questo articolo sono due, ciascuno associato ad un diverso modello, che puoi riconoscere anche grazie all’immagine o all’anno di produzione:

  • Classe A Prima Serie – Prodotta tra il 1997 e il 2004 – Codice progetto W168
  • Classe A Seconda Serie – Prodotta tra il 2004 e il 2012 – Codice progetto W169

La differenza tra le due serie puoi riconoscerla confrontando la tua auto con le immagini che abbiamo riportato o anche facendo riferimento all’anno della tua vettura.

Solo in caso di dubbi, quindi potrai far riferimento al libretto di circolazione, che riporta senz’altro il codice corretto.

Ammortizzatori Mercedes Classe A Prima serie – codice progetto W168

La Mercedes Classe A Prima Serie (codice del progetto W168) è stata prodotta dal 1997 al 2004 e nonostante l’età è tutt’ora molto presente sulle nostre strade.

classe a w168
Mercedes Classe A prima serie (W168) – prodotta dal 1997 al 2004

Tutte le Classe A Prima Serie montano un solo tipo di ammortizzatore per l’anteriore e un solo tipo per il posteriore, per cui non puoi proprio sbagliarti nella scelta.

La Classe A prima serie (W168) prodotta dal 1997 al 2004 ha avuto tantissime motorizzazioni:

  • Classe A – 140 (benzina)
  • Classe A – 160 (benzina)
  • Classe A – 160 CDI (diesel)
  • Classe A – 170 CDI (diesel)
  • Classe A – 190 (benzina)
  • Classe A – 210 (benzina)

Tutte le Mercedes Classe A prima serie sono equipaggiate gli stessi identici ammortizzatori a prescindere dal tipo di motore o allestimento.

Cliccando sui bottoni qui sotto potrai vedere i prezzi degli ammortizzatori che abbiamo selezionato per la tua Mercedes Classe A Prima Serie.

Kit Ammortizzatori – Mercedes Classe A - Prima Serie

classe a w168

Anni produzione: 1997-2004
Versioni: TUTTE

Vai al comparatore >>

Ammortizzatori Mercedes Classe A Seconda Serie – codice progetto W169

Nel 2004 e fino al 2012, la casa di Stoccarda ha deciso di presentare la seconda serie della Classe A con codice progetto W169. Si tratta di una serie decisamente nuova in termini di telaio, motori e carrozzeria.

classe a w169
Mercedes Classe A seconda serie (W169) – prodotta dal 2004 al 2012

Gli ammortizzatori che abbiamo selezionato per questo veicolo sono quelli per le motorizzazioni:

  • Classe A – 150 (benzina)
  • Classe A – 160 (benzina)
  • Classe A – 160 CDI (diesel)
  • Classe A – 170 (benzina)
  • Classe A – 180 (benzina)
  • Classe A – 180 CDI (diesel)
  • Classe A – 200 (benzina)
  • Classe A – 200 CDI (diesel)

Cliccando sui bottoni qui sotto potrai vedere i prezzi degli ammortizzatori che abbiamo selezionato per la tua Mercedes Classe A Seconda Serie.

Kit Ammortizzatori – Mercedes Classe A Seconda Serie (W169)

classe a w169

Anni produzione: 2004-2012
Versioni: TUTTE

Vai al comparatore >>

Ammortizzatore singolo, coppia o kit?

Un’altra delle domande a cui rispondere è se conviene sostituire il singolo ammortizzatore, la coppia dello stesso assale (anteriore o posteriore) oppure tutti e quattro gli ammortizzatori contemporaneamente.

Il cambio del singolo ammortizzatore si fa in genere se questo risulta difettoso, ovvero, dopo aver fatto un cambio di ammortizzatori e dopo aver fatto poche migliaia di chilometri, ci si accorge che uno degli ammortizzatori ha un comportamento anomalo. Oppure in caso di incidente se gli ammortizzatori sono ancora praticamente nuovi.

Se il comportamento anomalo si nota dopo qualche decina di migliaia di chilometri, conviene sempre cambiare almeno la coppia.

La sostituzione della coppia di ammortizzatori (in genere quelli posteriori) avviene con maggiore frequenza su modelli da lavoro (Fiorino, Ducato, ma anche Panda Van) ovvero quelle auto che sono caricate spesso nella parte posteriore, i cui ammortizzatori sono maggiormente sollecitati.

Nella maggior parte dei casi, per auto normali, cambierai gli ammortizzatori quando sono scarichi e la sostituzione interessa i 4 ammortizzatori contemporaneamente.

Quasi tutti i ricambisti su Amazon e eBay vendono gli ammortizzatori in kit, la soluzione ideale per garantire alla tua auto la massima stabilità ed evitare i rischi che potresti correre con ammortizzatori nuovi e vecchi nella stessa auto.

Conclusioni

Ho scritto questo articolo per consentire anche a te di scegliere in autonomia e acquistare comodamente on line l’ammortizzatore più adatto alle tue esigenze e al tipo di percorsi che fai più spesso. Non ti resta che selezionare il tuo modello di Classe A e scegliere il kit di ammortizzatori più adatto a te.

Come hai potuto vedere, è fondamentale individuare prima l’ammortizzatore giusto per la tua Classe A e dopo la marca migliore in base alle tue esigenze. Solo in questo modo avrai dei benefici enormi che ti riepilogo di seguito:

  • maggiore durata
  • ritardo dell’intervento di ri-sostituzione
  • minori disservizi legati al fermo vettura
  • vettura più stabile (rollio e beccheggio ridotto)
  • maggiore tenuta di strada
  • maggiore sicurezza dell’auto
  • diminuzione degli spazi di frenata
  • risparmio di tempo e denaro

Se sei in cerca di un ricambio per la tua auto e non sai qual è la marca che al meglio soddisfa le tue esigenze o quale venditore ti offre il prezzo più conveniente, lasciaci di seguito un commento.

Se pensi che questo articolo possa essere utile a qualcuno che conosci, che magari ha una Classe A, condividilo sul tuo social network preferito, cliccando su uno dei bottoni qui sotto.