Dove trovare il bloccasterzo Suzuki SJ, Samurai e Santana

Tempo di lettura: 2 minuti

Ho scritto questo articolo per aiutare tutto coloro i quali stanno cercando il bloccasterzo Suzuki SJ, Santana o Samurai e hanno difficoltà a trovarlo.

Se anche tu sei tra queste persone, tranquillo, sei nel posto giusto. Ti fornirò le indicazioni utili per trovarlo ed evitare di perdere tempo o sbagliare acquisto.

Se invece hai un’altra auto, troverai in questo altro articolo le informazioni di cui hai bisogno per scegliere il tuo bloccasterzo.

Suzuki SJ, Samurai, Santana: qual è quello giusto?

Il Suzuki SJ è stato prodotto dalla Suzuki tra gli anni 1982 e 1989 nelle versioni SJ410 prima, e SJ413 dopo, successivamente sostituito dal Suzuki Samurai fino al 1992.

Per ottenere lo status di “prodotto comunitario” e commercializzarlo in Europa la Suzuki ha fatto un accordo con la società spagnola Santana Motor, che ne ha prodotto in Spagna la variante Santana, riconoscibile dalla targhetta “Santana” presente sulla mascherina anteriore e sul portellone posteriore.

Se cerchi il bloccasterzo del fuoristrada Suzuki SJ, Samurai, Santana, segui attentamente quanto sto per dirti, così eviterai spiacevoli errori nella scelta.

Per acquistare questo “introvabile” bloccasterzo mi sono rivolto prima di tutto in Suzuki, dove mi hanno risposto che non riuscono ad identificare il codice del componente mediante il numero di telaio a causa dell’età del modello.

Allora ho provato a rivolgermi ai produttori indipendenti, ma quelli che ho contattato non avevano più questo componente in catalogo.

Il grande problema è che si tratta di un fuoristrada uscito di produzione da 15 anni, perciò la ricerca non ha dato i frutti sperati.

Continuandola ricerca ho scoperto che esistono diversi tipi di bloccasterzo Suzuki a seconda della fabbrica dove è stato prodotto il fuoristrada.  Se la tua Suzuki è stata prodotta in Spagna piuttosto che in Giappone, possono montare blocchetti differenti.

I tre tipi di bloccasterzo Suzuki per SJ, Samurai e Santana

Ho scoperto quindi che i tre modelli Suzuki SJ, Samurai e Santana montano tre tipi di bloccasterzo diversi e incompatibili tra di loro.

La soluzione più semplice per scegliere il corretto bloccasterzo Suzuki è quella di confrontare il componente smontato dalla tua auto con quelli che ti mostro nelle seguenti immagini. Sotto ciascuna immagine c’è il link del negozio Ebay da cui puoi acquistarlo.

Bloccasterzo Suzuki Versione Spagnola Bloccasterzo Suzuki versione giapponese
 Bloccasterzo Suzuki Santana
(Versione Spagnola) diametro canna 40 mm
 Bloccasterzo Suzuki SJ-Samurai
(Versione Giapponese)
Compra ora su Ebay Compra ora su Ebay

La versione Spagnola a sua volta è disponibile in due varianti: la prima si accoppia con una canna da 36 mm e la seconda con una da 40 mm. Ho provato a contattare tutti i venditori/produttori di mia conoscenze e sono riuscito a trovare purtroppo soltanto quello da 40 mm.

 Bloccasterzo Suzuki Santana
(Versione Spagnola) diametro canna 36 mm
 Bloccasterzo Suzuki Santana
(Versione Spagnola) diametro canna 40 mm

Esiste poi un terzo tipo di bloccasterzo per la Suzuki SJ, Santana, Samurai. Lo puoi distinguere chiaramente dagli altri perché ha 4 connettori separati. Si tratta purtroppo di un componente difficile da reperire e non sono riuscito a trovare nessun produttore o venditore, perciò, nel caso ti servisse questo bloccasterzo, puoi rivolgerti direttamente alla Suzuki, o provare a cercarlo tra i ricambi usati.

Bloccasterzo Suzuki 3a Versione 2 Bloccasterzo Suzuki 3a Versione 1
Bloccasterzo Suzuki 3a Versione 3 Bloccasterzo Suzuki 3a Versione 4

Conclusioni

In questo articolo abbiamo cercato di fare un po’ di chiarezza su tutti i blocchetti di accensione previsti per la intramontabile Suzuki SJ, Samurai e Santana. Lo stesso modello infatti può montare un blocchetto facilmente reperibile sul mercato qualora sia una produzione giapponese.

La produzione Spagnola invece prevede due blocchetti identici nella forma ma differenti tra loro in quanto uno si accoppia con una canna dello sterzo di 36 mm e l’altro con 40 mm.

La versione da 40 mm sono riuscito a trovarla in rete. Purtroppo non ho avuto la stessa fortuna con quella da 36. Prima di procedere con l’acquisto ti consiglio vivamente di misurare la canna per poi metterti in contatto con il venditore.

Esiste infine una versione meno frequente e assolutamente introvabile caratterizzata da 4 connettori singoli in luogo di uno a cui sono collegati i 4 fili.

Se hai trovato questo articolo di tuo gradimento, e pensi che possa essere in qualche modo utile, ti chiederei gentilmente di condividerlo.

Se sei in cerca di un ricambio per la tua auto e non sai qual è la marca che al meglio soddisfa le tue esigenze o quale venditore ti offre il prezzo più basso, lasciaci di seguito un commento.