Ammortizzatori auto: perché sono così importanti

Tempo di lettura: 2 minuti

Gli ammortizzatori auto sono un componente fondamentale della sospensione.

La sospensione è formata da tutte quelle parti che “sorreggono” l’auto collegando le quattro ruote al telaio del veicolo.

In questo articolo capiremo meglio cosa sono, a cosa servono e cosa comporta la scelta di tipo di un ammortizzatore rispetto ad un altro.

A differenza di altri ricambi, infatti, esistono molte varietà di ammortizzatori e possibilità di personalizzazioni.

Se hai bisogno di cambiare gli ammortizzatori sicuramente ti interesserà sapere anche:

A cosa servono gli ammortizzatori auto

Gli ammortizzatori hanno 3 funzioni principali:

  • Comfort per i passeggeri: smorzano le irregolarità della strada, per non farle arrivare all’abitacolo. Grazie agli ammortizzatori la vettura e i suoi occupanti non risentono dei sobbalzi provocati da dossi, fossi e tutte le irregolarità che gli pneumatici incontrano.
  • Comfort di guida: consentono al guidatore di “sentire” meglio la strada e i cambi di direzione. E’ il motivo per cui esistono gli ammortizzatori per la guida sportiva e le personalizzazioni dell’assetto.
  • Tenuta di strada, in particolare in curva e in frenata. L’ammortizzatore collega l’auto con  gli pneumatici, perciò aiuta a ripartire il peso dell’auto tra le quattro ruote, in particolare nei momenti più delicati della marcia, come le frenate e le curve.

Immagina un auto senza ammortizzatori, i passeggeri sentirebbero ogni singola imperfezione della strada, sarebbe completamente ingovernabile, instabile, senza tenuta di strada e pericolosa da guidare soprattutto in curva e in frenata.

Ora che abbiamo capito a che servono, come sono fatti gli ammortizzatori?

Come sono fatti e come funzionano gli ammortizzatori auto

Ammortizzatori Auto Fiat anteriori e posteriori
William Harris “How Car Suspensions Work” 11 May 2005 HowStuffWorks.com

L’ammortizzatore è formato da due camere cilindriche ed un pistone. Il pistone scorre con difficoltà a causa dell’olio contenuto nei cilindri, e proprio questa resistenza che incontra consente all’ammortizzatore di attenuare le sollecitazioni tra lo pneumatico e il resto dell’auto.

La presenza di un elemento in rilievo sul manto stradale (dossi, sassi etc.) porta la ruota a sollevarsi e l’ammortizzatore a comprimersi costringendo l’olio contenuto al suo interno a passare tra due camere attraverso un passaggio calibrato.

L’olio con la sua resistenza si oppone al movimento repentino, scaldandosi e dissipando l’energia cinetica che la strada trasmette all’ammortizzatore.

La stessa cosa succede quando la ruota incontra una buca, l’ammortizzatore invece di comprimersi si estende, in questo caso l’ammortizzatore rende l’estensione graduale, riducendo il sobbalzo.

Se ti interessa vedere come è fatto e come funziona in realtà un ammortizzatore ti consiglio di guardare il video qui sotto.

Differenze tra ammortizzatori a gas e ad olio

La prima cosa da sapere per scegliere un ammortizzatore è che ne esistono in commercio due tipologie:

  • Ammortizzatori ad olio (o più correttamente ammortizzatori idraulici o oleodinamici)
  • Ammortizzatori a gas (più propriamente detti ammortizzatori oleopneumatici)

I primi ammortizzatori comparsi nel mondo automobilistico sono stati quelli ad olio.

Con il tempo ci si è resi conto che l’olio produceva bolle d’aria che pregiudicano il funzionamento dell’ammortizzatore.

Sono stati perciò modificati trasformandoli in ammortizzatori a gas. Gli ammortizzatori a gas hanno oltre all’olio un gas inerte pressurizzato, che risolve il problema della formazione di bolle.

Gli ammortizzatori a gas sono decisamente migliori di quelli ad olio. Vengono impiegati, ormai da parecchi anni da tutti i costruttori di automobili.

Sono rimasti pochissimi produttori di ricambi (di bassa qualità) che si ostinano a proporre a catalogo entrambe le tipologie, perciò fai attenzione a scegliere quelli giusti, solo ammortizzatori a gas! 😉

Per capire se il tuo ammortizzatore è a gas puoi fare questo semplice esperimento.

Prova a far scorrere lo stelo:

  • se resta nella stessa posizione in cui lo metti, hai per le mani un ammortizzatore ad olio
  • se lo stelo torna nella posizione di massima estensione (ossia tutto fuori), si tratta di un ammortizzatore a gas

Perché scegliere ammortizzatori auto di qualità

Su Serial Parts ho deciso di fornirti indicazioni per scegliere facendo attenzione sia alla qualità, sia al prezzo. Ci sono dei ricambi in cui non è indispensabile una qualità elevatissima o comunque il prezzo in più che paghi non è commisurato ai vantaggi che ottieni. Per gli ammortizzatori è importante scegliere sempre un prodotto di qualità.

Gli ammortizzatori sono quindi un componente importante per la tua sicurezza, è giusto tenere la cosa in considerazione quando dovrai scegliere.

Bilstein Kayaba Sachs
 BILSTEIN Ammortizzatori Auto  KAYABA Ammortizzatori Auto  SACHS Ammortizzatori Auto
Auto: Tedesche, tutte Auto: Francesi, Giapponesi Auto: Tedesche, tutte
Qualità: **** Qualità: **** Qualità: ***
Prezzo: €€€ Prezzo: €€€€ Prezzo: €€€€
Confronta i prezzi su ebay Confronta i prezzi su ebay  Confronta i prezzi su amazon

Se hai trovato questo articolo di tuo gradimento, e pensi che possa essere in qualche modo utile, ti chiederei gentilmente di condividerlo.

Se sei in cerca di un ricambio per la tua auto e non sai qual è la marca che al meglio soddisfa le tue esigenze o quale venditore ti offre il prezzo più basso, lasciaci di seguito un commento.